Pages Menu
RssFacebook

Categories Menu

(Italiano) Articoli

 

“LocalGenius” Articolo del 25 Novembre 2013 www.localgenius.eu

 Assapori, il Consorzio di qualità della ristorazione calabrese.

Entrano nuovi soci. Eletto il Direttivo

 

Ristoratori e chef di Assapori, foto di gruppo scatta nel...

Ristoratori e chef di Assapori, foto di gruppo scatta nel corso dell’ultima riunione (immagine allegata alla nota stampa)

 

Cresce e si consolida la rete di Assapori, il Consorzio di qualità della ristorazione calabrese. Nel corso della riunione dei soci, tenutasi presso il “Gambero Rosso” in Marina di Gioiosa Jonica (Rc) della famiglia Sculli, è stata formalizzata l’adesione di Arena Serafina Sondra con i suoi ristoranti “Annibale” a Isola Capo Rizzuto e “La figlia di Annibale” a Crotone e dell’agriturismo Calabrialcubo, ubicato a Nocera Terinese (Cz), rappresentato da Marco Ferrini. I nuovi locali vanno ad aggiungersi agli altri soci: “Abbruzzino” a Catanzaro, “Aquila Edelweiss” e “La Tavernetta” a Camigliatello Silano, “De Gustibus” a Palmi, “Filippo’s” e “L’Approdo” a Vibo Valentia, “Gambero Rosso” a Marina di Gioiosa, “La Locanda di Alia” a Castrovillari, “L’Aragosta” a Nocera Terinese,“Sabbie d’Oro” a Belvedere Marittimo, “Taverna Kerkira” a Bagnara, “Trattoria Max” a Cirò Marina, “Zenzero” a Serra San Bruno. E’ quanto si legge in una nota stampa ufficiale diramata il 24 novembre 2013 da Confindustria Cosenza e che riportiamo integralmente.

«I nuovi ingressi – ha commentato la Presidente di Assapori Concetta Greco – così come quelli in corso di valutazione, sono esperienze che si aggiungono ad esperienze. Tradizioni che rinverdiscono ed arricchiscono tradizioni. Culture che rinnovano culture. In una parola, la prova di vivacità di un segmento di Calabria ricco di potenzialità ma trascurato e sottovalutato come elemento attrattore, produttore di ricchezza endogena e traino per lo sviluppo dell’economia dei territori. Tutti gli indicatori – ha continuato Concetta Greco, alla guida del Consorzio Assapori da tre anni – confermano che anche in un periodo come quello che stiamo attraversando di profonda e difficile crisi economica, uno dei pochi elementi che mostra segno positivo e conferma tendenza a crescere è quello del cosiddetto turismo enogastronomico. Credo che l’occasione di Expò 2015, la più grande vetrina sul mondo, possa costituire una occasione decisiva per la nostra regione. Occorrerà organizzare l’offerta – conclude la Presidente Greco – saper stimolare la domanda, comunicare il tutto in maniera efficace ed accattivante. Noi proseguiremo il nostro impegno coerenti con la nostra missione di Consorzio della ristorazione d’eccellenza».

Grande soddisfazione è stata espressa da parte di tutti i soci anche per l’assegnazione di una nuova Stella Michelin in Calabria al socio Antonio Abbruzzino dell’omonimo ristorante di Catanzaro, che unita alle altre tre presenti e confermate – Ceraudo, Gambero Rosso e L’Approdo, – contribuisce a rendere merito allo straordinario impegno dei ristoratori calabresi. L’Assemblea ha avviato, inoltre, l’iter di rinnovo delle cariche sociali per il prossimo triennio ed, ai sensi dello statuto consortile, ha provveduto ad eleggere i nuovi componenti il Consiglio Direttivo: Antonio Abbruzzino, Daniela Alia, Concetta Greco, Ivano Daffinà, Marco Ferrini, Pietro Lecce e Maurizio Sciarrone. Nel corso della prossima riunione di Consiglio – conclude la nota stampa – verranno eletti il Presidente, il Vice Presidente ed il Coordinatore del Comitato Tecnico Scientifico per il triennio 2014-2016.

 

“Il Quotidiano della Calabria” Articolo del 15 Novembre 2013

IL QUOTIDIANO 15 NOVEMBRE 2013

 

 

 – LA REPUBBLICA 24 MARZO 2012

 Prelibatezza in un vecchio mulino calabrese

public/file/REPUBBLICA%20CALABRIALCUBO%20240312.pdf

– LINKING CALABRIA

http://www.linkingcalabria.it/cucina-calabrese-ricette/calabrialcubo-agricoltura-passione-e-alta-cucina-una-nuova-proposta-a-nocera-terinese

CALABRIALCUBO: agricoltura, passione e alta cucina, una nuova proposta a Nocera Terinese

 Il Qutidiano della Calabria, Venerdi 17 Settembre 2010

 L’Oro rosso della tavola

Leggi l’articolo 

 

– Qui sotto riportiamo il testo dell’articolo del quotidiano economico on-line “Calabria Economia” a noi dedicato:

 Agriturismo Calabrialcubo: esempio positivo per l’economia regionale
Inaugurata nel sito di un antico mulino la nuova struttura dell’azienda agricola Fangiano di Nocera

——————————————————————————–

Azienda Fangiano – C’è una Calabria positiva che lavora, che produce, che pensa di costruire un modello di sviluppo sano, basato soprattutto sulla piena valorizzazione delle principali potenzialità di cui dispone una terra così suggestiva: natura, ambiente, paesaggi, storia, cultura, patrimonio enogastronomico, saperi. La sera di giovedì 5 agosto, alle porte del caratteristico borgo di Nocera Terinese (Catanzaro), l’azienda agricola Fangiano ha inaugurato un bellissimo agriturismo.

Il vecchio mulino ad acqua – In maniera molto attenta e scrupolosa, che denota la ferma volontà di riappropriarsi del proprio passato, è stato recuperato un antico mulino ad acqua. Generazioni di contadini e di massari hanno frequentato quel luogo che odora di campagna, di grano, di farina, di sapori che ancora la Calabria sa e può offrire con tutta la loro fragranza. Appoggiate a una possente roccia, denominata la Pietra della Magara, che domina e lambisce il corso del fiume Grande, le mura portanti di questo impianto oggi riportato alla luce, nonché alla sua piena fruizione.
Calabrialcubo – Marco Ferrini, l’agronomo che si sta occupando delle attività dell’azienda di famiglia, ce ne parla con legittimo orgoglio. E fa bene, perché è questa la strada che la Calabria deve percorrere se vuole non solo recuperare la propria identità migliore, ma anche disegnare, finalmente, un’ipotesi di sviluppo economico sostenibile, pratica, intelligente, capace di generare ricchezza e posti di lavoro, perché innalzata su fondamenta uniche e preziose. Visitando il mulino senti il rumore del fiume, dell’acqua che scorre lenta e imperturbabile, e immagini le scene di un tempo: carri, muli, sacchi di juta imbiancati, semplici trattative commerciali, racconti, discussioni, ma anche speranze e progetti che parlano di raccolti, di lavoro nei campi, di cibo genuino. All’agriturismo è stato dato un nome moderno, “Calabrialcubo”, con un sottotitolo: “Agripassiontoeat”. Una scelta non scontata, quindi, come avrebbe potuto essere “L’antico Mulino” o “Il Mulino della Roccia”, forse dettata dalla volontà di coniugare passato e futuro, recupero di tradizioni e innovazioni, storia e modernità, come si legge negli occhi, prima che nelle frasi, di Marco Ferrini e Asun Yanutolo, responsabile della fattoria didattica, che ci hanno ospitato in una piacevole serata caratterizzata anche dalla presenza di giovani imprenditori: Giacinto Callipo, Marco Rubbetino, Emilio Leo, Aldo Ferrara. Una Calabria nuova che avanza, che si afferma, che non ha voluto allontanarsi dalla propria terra e che intende cambiarla in meglio. Calabrialcubo è anche una linea di conserve che, partendo dall’uso di materie prime aziendali (ortaggi in primis, ma anche agrumi e piante aromatiche) propone ricette familiari, tradizionali e rivisitate. L’attività principale dell’Azienda Fangiano è rappresentata dalla produzione di olio extravergine di oliva e di olive da mensa provenienti dalla coltivazione di circa 25 ettari di oliveto, alcuni dei quali ricadenti nell’area Dop Lametia. L’etichetta della monocultivar Carolea, la più diffusa e importante della provincia di Catanzaro, è “I Sapori antichi di Casa Ventura”. Ma l’attenzione verso questo alimento così importante ha dato origine anche ad un’altra linea di prodotti, che riguardano la cosmesi. “La nuova linea di prodotti cosmetici dell’Azienda Agricola Fangiano – ci spiega Marco Ferrini – nasce dalla desiderio di offrire il nostro prodotto di punta l’Olio Extravergine di Oliva, non solo come alimento dalle caratteristiche uniche, ma anche come ingrediente base per una linea di eccellenti prodotti per la cura del corpo e l’igiene personale. Le benefiche caratteristiche dell’Olio extravergine di Oliva non sono quindi solamente legate al suo uso come elemento fondamentale della dieta mediterranea, ma sono facilmente apprezzabili anche come sostanza grassa dalle caratteristiche uniche, per la preparazione di saponi e creme”. “L’Olio d’Oliva – ci spiega l’agronomo titolare dell’azienda – è molto adatto per i trattamenti cutanei ed è utilizzato sin dall’antichità per i suoi effetti benefici. Non solo costituisce un’eccellente base idratante, ma ha anche proprietà protettive e rigenerative ed è anche consigliato contro scottature, pruriti, dermatosi, arrossamenti; per prevenire screpolature, attenuare le macchie della psoriasi, contrastare fenomeni d’invecchiamento e di desquamazione”. “Calabria Economia” continuerà a dare grande spazio a esperienze di questo tipo non solo per il valore intrinseco e specifico che esse rappresentano, ma anche perché si propongono come un modello da imitare e con il quale confrontarsi. Per questo loro impegno Marco Ferrini e Asun Yanutolo hanno ricevuto il 23 luglio scorso, durante la terza edizione di Jonici Food Fest, il premio “Magna Grecia Lifestyle” dall’associazione Jonici di Catanzaro. Il premio simboleggia la proposta di uno stile di vita magnogreco quale alternativa alle degenerazioni della globalizzazione che tutto sembra voler uniformare, omologare e appiattire, come nel caso della dieta quotidiana, degli alimenti di cui ci nutriamo. Uno stile di vita a misura d’uomo che ha le sue profonde radici nella visione pitagorica di armonia, nell’amore per la cultura di Cassiodoro, nella spiritualità di Gioacchino da Fiore e di San Brunone di Colonia, nella sovrumana esperienza di Tommaso Campanella che partendo dalle rive dello Jonio concepì il disegno utopistico della Città del Sole. In Calabria si può vivere nutrendosi di cibi genuini, bevendo acqua pura, passeggiando fra boschi incontaminati, respirando aria fresca, tuffandosi in un mare trasparente, ascoltando il silenzio dei piccoli centri urbani, senza smarrire valori importanti quali la solidarietà, l’amicizia, la famiglia, il rispetto della parola data e della stretta di mano, l’amore per la cultura e per la natura. Calabrialcubo rappresenta pienamente la proposta di uno stile di vita magno greco, che poi è anche una formidabile ricetta economica per una Calabria da sempre in cerca della strada dello sviluppo. L’Agriturismo è situato nell’immediato entroterra della costa tirrenica calabrese, a circa venti chilometri a nord di Lamezia Terme (per informazioni: www.fangiano.it). Nelle immagini della fotogallery, alcuni degli scatti riguardano la premiazione, nell’ambito di Jonici Food Fest, di Marco Ferrini e Asun Yanutolo, da parte del presidente della Provincia di Catanzaro, Wanda Ferro. (Massimo Tigani Sava)

Quotidiano Economico Online www.calabriaeconomia.it
7 agosto 2010

 http://www.calabriaeconomia.it/notiziaprincipale/notiziaprincipale.php?id=635

 – http://www.unioncamere-calabria.it/NewsDiscoverCalabria.asp

– http://www.corrieredelsud.it/site/modules/article/view.article.php?a15337

 – “L’oro giallo dell’azienda Fangiano” Il Quotidiano della Calabria, Mercoledì 28 Marzo 2007

  Leggi l’articolo

– “L’olio di oliva di Ferrini conquista Montecarlo” Gazzetta del Sud, Giovedì 29 Marzo 2007

  Leggi l’articolo

– “A Montecarlo eletto re dell’olio extravergine” Corriere Adriatico, Lunedì 2 Aprile 2007

  Leggi l’articolo